+39 335 6091 661 - +39 338 5654 714

Tre giorni in Costiera

La Costiera Amalfitana è uno dei luoghi più belli d’Italia: ecco cosa vedere in 3 giorni

È una delle perle del mar Tirreno e senza dubbio una delle più belle zone costiere d’Italia: stiamo parlando della Costiera Amalfitana, meta di turisti da tutto il mondo. Non per niente è uno dei 55 siti che l’Unesco ha inserito nella World Heritage List. Un vero e proprio balcone affacciato sul mare, percorso da vallate e promontori, calette e terrazze coltivate, rappresenta il perfetto esempio di paesaggio mediterraneo.

L’area si estende dal Golfo di Napoli a quello di Salerno, e comprende ben 16 Comuni, uno più bello dell’altro. Amalfi a Positano sono senza dubbio i più conosciuti, ma sono senz’altro degni di nota anche Atrani, Ravello, Furore, Cava de’ Tirreni, Vietri sul Mare, Cetara, Conca dei Marini, Maiori e Minori, Praiano, Tramonti, Raito, Sant’Egidio del Monte Albino e Scala.

Il Tour

VisitAtrani propone un tour di tre giorni della Costa di Amalfi, flessibile e completamente personalizzabile per venire incontro alle esigenze dei clienti.
Il tour base si compone del seguente programma:
– 1° giorno: Arrivo ad Atrani, sistemazione, visita del borgo, pranzo in loco, pomeriggio visita ad Amalfi, cena in loco, ritorno ad Atrani, pernottamento.
– 2° giorno: Visita di Positano, pranzeremo in loco, pomeriggio visita di Praiano, ritorno ad Atrani, cena e pernottamento.
– 3° giorno: Visita di Ravello, pranzeremo in loco, pomeriggio ad Atrani, partenza.

Trasfert a nostro carico. Possibilità di abbinare un tour giornaliero in barca.

Amalfi

La singolare architettura di case bianche, il clima mite per quasi tutto l’arco dell’anno e le caratteristiche botteghe artigianali ne fanno una meta turistica perfetta scelta da migliaia di turisti sia italiani che stranieri. Amalfi è un città di circa 7000 abitanti, ricca di storia e arte, e dà il nome alla omonima Costiera Amalfitana, famosa in tutto il mondo e dal 1997, dichiarata patrimonio dell’umanità UNESCO.
La sua fondazione viene fatta risalire ai Romani. A partire dal IX secolo, prima fra le repubbliche marinare, rivaleggiò con Pisa, Venezia e Genova per il controllo del Mar Mediterraneo.

Amalfi è uno dei centri turistici più rinomati di tutta la Campania, ed è apprezzato in tutto il mondo per la sua bellezza artistica e naturale ma anche per lo splendido mare. La cittadina si snoda lungo una strada principale attorniata da una serie di stradine e vicoli. Ma cosa vedere ad Amalfi? Una delle perle è il Duomo, che sorge in Piazza Sant’Andrea. La struttura è nata dalla fusione di due precedenti chiese, e ci vollero quasi mille anni per portarlo a termine, tanto che lo stile varia dal romanico al barocco con un notevole influsso arabo-siciliano.

Dall’atrio della cattedrale è possibile entrare nel Chiostro del Paradiso, in stile romanico e arabo, dove venivano sepolti i nobili. Nella piazza principale si può invece visitare la fontana di Sant’Andrea, risalente al 1760. Poco più avanti, lungo la strada principale, si incontra la fontana “Cap’ e ciuccio”, composta da due teste in marmo, tra le quali sorge un piccolo e dettagliato presepe. Sempre in paese da non perdere anche il Museo della Carta, vero baluardo della Costiera Amalfitana.

Se si vuole ammirare la parte più naturalistica, La Valle dei mulini detta anche delle Ferriere è un bellissimo posto in cui fare un’escursione, attraverso una mulattiera che la percorre. Un territorio che si caratterizza per la presenza di antichi ruderi di vecchie cascine e costruizioni agicole.

La sfogliatella Santa Rosa

 

La leggenda vuole che il luogo d’origine della sfogliatella Santa Rosa sia il borgo di Conca dei Marini, in Costiera Amalfitana, nel monastero di Santa Rosa, da cui ha preso il nome. Si narra che ai primi del 700 la madre superiora decise di dedicare il dolce alla santa protettrice del monastero e stabilì che ne venissero ridotte le dimensioni per farne dono alle famiglie benefattrici del convento ogni 30 Agosto, giorno della festa di Santa Rosa. Con il trascorrere del tempo il dolce ha subito delle variazioni, fino ad arrivare alle forme attuali con la classica fuoriuscita della crema dalla “pettola”(sfoglia), cui si aggiungono le amarene.

Positano

Positano è una vera e propria perla della magnifica Costiera amalfitana, uno scrigno straripante di paesaggi mozzafiato, mare blu intenso, cibo fantastico, e testimonial di un intero stile di vita. Positano infatti, amata dai vip fin dagli anni ’60, ha fatto talmente tendenza da aver dato il nome a un modo di abbigliarsi che ancora oggi è in voga. Tutte caratteristiche che le hanno regalato un fascino enorme, direi unico. È proprio impossibile confonderla con altri posti, anche per un’altra particolarità. È un paese verticale, che si allunga con le sue case colorate lungo un costone roccioso dei monti Lattari. Non a caso il viaggiatore francese Astolphe de Custine disse:

In questo paesaggio incomprensibile, solo il mare è orizzontale, e tutto ciò che è terra ferma è quasi perpendicolare.

Positano in poche parole non è solo un posto da visitare. Positano si vive ed è uno stile di vita. Un luogo cosmopolito e colorato, vitale e pulsante, elegante e nello stesso tempo facile da vivere e da assaporare.

Praiano

 

Praiano è un paesino di pescatori della Costiera Amalfitana, nella provincia di Salerno. È situato al centro tra Amalfi e Positano e come l’intera costa è Patrimonio mondiale dell’Umanità. Nell’antichità era meta di vacanza dei dogi con la sua corte.
Questo piccolo paese è abbracciato dai monti Lattari e le sue casette bianche si arrampicano sulle rocce. È attraversato da vicoli e scalinate che portano verso insenature e cale dove è possibile ammirare un mare cristallino e se alziamo lo sguardo in lontananza vediamo le Isole De Li Galli e Capri.
Praiano è anche famosa per i suoi spettacolari tramonti.

Ravello

La Costiera Amalfitana è uno dei luoghi più belli d’Italia.

Ravello è una delle destinazioni più suggestive di tutta la Costiera Amalfitana. È meno conosciuta di Amalfi e anche di altre località della zona, senza che questo però sia uno svantaggio.

Pennellate di blu, profumo di limoni, terrazze sull’infinito e bellissime spiagge fanno della Costiera Amalfitana uno dei luoghi più affascinati del mondo, da vedere almeno una volta nella vita. Skyscanner vi porta alla scoperta di Ravello, pittoresco comune incastonato lungo la costa italiana come un diamante prezioso. Se volete sapere cosa vedere a Ravello, come arrivare e cosa visitare nei dintorni: partite in viaggio con noi!
ISu quel lungo tratto di costa che va da Positano a Vietri sul Mare si trova Ravello, un paese campano di cui vi innamorerete al primo sguardo, un comune costiero caratterizzato da dimore incastonate nella roccia, chiese dal fascino medievale, calette di sabbia dorata e ville-giardino uniche al mondo, come Villa Rufolo e Villa Cimbrone. Emozioni forti, festival musicali, tradizioni marinare e bellezze naturali fanno di questo un luogo da visitare almeno una volta nella vita. Riempitevi gli occhi di meraviglia, leggendo il nostro articolo su cosa vedere a Ravello e programmate la vostra vacanza italiana!

.

Le ville di Ravello

Il tessuto urbano di questa cittadina conserva complessi monumentali di arte arabo-sicula di eccezionale valore. Tra questi, due imperdibili gioielli architettonici: Villa Rufolo e Villa Cimbrone, luoghi straordinari, in cui il tempo sembra essersi fermato.

Villa Rufolo

Una serie di edifici a picco sul mare on stilo arabo-siculo risalenti al 1200.

Villa Cimbrone

Appartenuta William Beckett che nel 1904 comprò la Villa per farne ”il posto più bello del mondo”.

Sei interessato ad uno dei nostri tour? Compila il form o chiamaci.